I Nostri progetti

Amici delle Missioni è presente dove c’è bisogno. Attualmente, sono attivi diversi progetti aperti principalmente in Tanzania e India.

Ad ogni Nazione è abbinata una piccola guida consultabile, un piccolo strumento che ti fornirà le giuste nozioni per saperne di più e poter volare con Noi nei luoghi dove  giornalmente, operiamo.

 

Tanzania

Superficie 945.080 km²

Popolazione 55,2 milioni di abitanti 

Capitale Dodoma

Forma di Governo Repubblica Presidenziale

Lingua Swahili e inglese

Moneta Scellino Tanzaniano

Tasso di mortalità infantile 38,7 morti ogni 1000 bambini nati

Tasso di alfabetizzazione 77,9 %

Tasso di mortalità materna 398 morti ogni 100.000 viventi

Storia. Dopo aver raggiunto l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1960, il Tanganyika e  Zanzibar si unirono a formare nel 1964 la Repubblica Unita della Tanzania. Nel 1995, il paese ha tenuto le sue prime elezioni democratiche e Zanzibar, pur mantenendo la semi- autonomia partecipò alle elezioni nazionali.

Popolazione. La popolazione della Tanzania è la più numerosa tra i paesi dell’Africa dell’Est e la più bassa densità di popolazione; all’incirca un terzo della popolazione è urbana. La popolazione giovanile della Tanzania- due terzi ella popolazione è under 25- sta crescendo rapidamente.  La Tanzania ha fatto passi da gigante nella riduzione della mortalità dei bimbi sotto ai 5 anni ma un recente calo dell’immunizzazione minaccia i traguardi sinora ottenuti. Nonostante i progressi, la malaria resta la causa principale della mortalità per i bambini sotto i 5 anni, mentre l’HIV è la principale fonte di mortalità per adulti.

 

India

Superficie 3.287.263 km²

Popolazione  1.361.402.410  

Capitale Nuova Dehli

Forma di Governo Repubblica Federale

Lingua Inglese e Hindi

Moneta Rupia Nazionale Indiana (INR)

Tasso di mortalità infantile 37.8 morti per ogni 1000 nati

Tasso di alfabetizzazione 71.2%

Storia.Dal diciannovesimo secolo, la Gran Bretagna ha cominciato ad assumere un ruolo politico dominante e l’india venne considerata come “Il gioiello nella corona” dell’Impero Britannico. L’esercito indiano/inglese giocò un ruolo vitale in entrambe le guerre mondiali e dopo anni di resistenza non violenta sotto il comando inglese guidarono Mohandas Gandhi e Jawaharlal Nehru protagonisti dell’Indipendenza Indiana nel 1947. Inoltre, il territorio fu caratterizzato da violenze su vasta scala avvenute sia prima che dopo la divisione del subcontinente in due stati separati: India e Pakistan. Parlando di storia contemporanea, i rapporti con il Pakistan rimasero abbastanza tesi. I test sulle armi nucleari dell’India nel 1998 incoraggiarono il Pakistan a condurre i propri test in quello stesso anno e nel 2008, terroristi pakistani condussero una serie di attacchi coordinati a Mumbay, la capitale finanziaria dell’India.

Popolazione. Nonostante problematiche urgenti affliggano il territorio dell’India (la significativa sovrappopolazione, il degrado ambientale, la povertà estesa e la diffusa corruzione) la crescita economica dopo il lancio delle riforme economiche nel 1991 e una popolazione giovanile di massa stanno guidando l’emergere dell’India come potenza regionale e globale.

 

Albania

Superficie 28.748 km

Popolazione 3,057,220

Capitale Tirana

Forma di Governo Repubblica Parlamentare

Lingua albanese

Moneta Lek Albanese

Tasso di mortalità infantile 11,6  morti ogni 1.000 nati

Tasso di alfabetizzazione 97.6%

Tasso di mortalità materna 29 morti ogni 100.000 nati

Storia. L’Albania dichiarò la sua indipendenza dall’impero ottomano nel 1912 e successivamente fu occupata dall’Italia nel 1939 e dalla Germania nel 1943.  All’inizio degli anni ’90, l’Albania pose fine a 46 anni di dominio comunista e stabilì una democrazia pluripartitica. La transizione si rivelò difficile poiché i successivi governi cercarono di affrontare e risolvere i malesseri della società come la disoccupazione, la corruzione diffusa, le infrastrutture in rovina, le potenti reti criminali organizzate e gli oppositori politici combattivi. 

Popolazione.  L’Albania ha compiuto progressi nel suo sviluppo democratico da quando ha affrontato le elezioni multipartitiche nel 1991 ma, nonostante questo, permangono delle carenze. La maggior parte delle elezioni post-comuniste in Albania furono segnate da rivendicazioni di brogli elettorali.  L’Albania è entrata a far parte della NATO nell’aprile 2009 e nel giugno 2014 è diventata un candidato dell’UE e, nel 2017, ha ricevuto una raccomandazione della Commissione europea per avviare i negoziati di adesione all’UE. Sebbene l’economia dell’Albania continui a crescere, ha subito un rallentamento e il paese è ancora uno dei più poveri in Europa a causa anche di una debole economia dei trasporti ed energetica.

 

Iscriviti alla Newsletter di Amici delle Missioni

Teniamoci in contatto! Iscriviti e sarai aggiornato in maniera costante sui progetti e sulle attività dell'Associazione.

Iscrizione alla newsletter

Privacy

7 + 9 =